inComunicati regionali il21 Luglio 2021

Sicilia: PAC e PSR, articolato e proficuo confronto con il deputato della Comagri Antonio Lombardo

Mascellino, fari puntati su semplificazione e governance Consorzi bonifica. Lombardo, bene sinergia; porterò vostre proposte su tavoli istituzionali

Palermo, 21 luglio 2021 – La giunta della Copagri Sicilia, riunitasi in sessione plenaria alla presenza di tutti i presidenti provinciali della Federazione, ha svolto un articolato e proficuo confronto con l’onorevole Antonio Lombardo, componente della Commissione Agricoltura della Camera dei deputati.

“Abbiamo analizzato le ricadute sull’Isola del recente accordo politico sui tre atti legislativi che compongono la riforma della PAC, raggiunto il mese scorso dopo lunghe ed estenuanti trattative, grazie al quale l’agricoltura nazionale potrà contare su risorse pari a poco meno di 50 miliardi di euro nel quinquennio 2023-27”, sottolinea il presidente della Copagri Sicilia Natale Mascellino.

“A fronte delle impegnative sfide che attendono il primario nazionale e regionale, per superare le quali è sempre più importante lavorare sul versante della programmazione, abbiamo inoltre incentrato il dibattito su alcune problematiche che da tempo frenano lo sviluppo dell’agricoltura siciliana, con particolare riferimento a una sempre più sentita opera di semplificazione e di sburocratizzazione e alle questioni inerenti al Programma di Sviluppo Rurale e alla situazione dei consorzi di bonifica”, prosegue il presidente, spiegando che “sul versante PSR serve una sensibile accelerata, in quanto sono ancora numerose le misure a superficie bloccate per varie difficoltà, così come le domande legate ai premi sul biologico”.

“Quanto alla gestione della risorsa idrica, abbiamo ribadito l’esigenza di un cambio di passo a livello di governance, che parta dalle istituzioni e che sia finalizzata a risolvere quella che riteniamo una annosa problematica che non può essere scaricata unicamente sulle spalle degli agricoltori”, aggiunge Mascellino, ringraziando Lombardo per l’attenzione e la sensibilità dimostrata.

“Ringrazio la Copagri per avermi dato la possibilità di raccogliere dalla viva voce dei protagonisti quelle che sono le maggiori difficoltà con le quali si trovano a doversi confrontare i produttori agricoli; sulla base di questo proficuo confronto verranno stilate delle proposte che avrò cura di portare sui tavoli istituzionali, nella piena convinzione che la sinergia tra le organizzazioni di rappresentanza e le istituzioni vada coltivata quotidianamente e rafforzata costantemente nell’interesse dell’agricoltura intera”, afferma Lombardo.