inComunicati Copagri il27 Giugno 2024

Florovivaismo, bene approvazione legge delega; adesso avanti su decreti legislativi

Battista, comparto rappresenta oltre il 6% della produzione agricola nazionale e il 15% di quella florovivaistica dell’UE

Roma, 27 giugno 2024 – “Prendiamo atto con grande soddisfazione dell’odierna attesa approvazione della legge delega sul florovivaismo, provvedimento ampiamente atteso e caldeggiato dal comparto, e ringraziamo il sottosegretario all’agricoltura Patrizio La Pietra per essersi prontamente attivato per arrivare a tale risultato, assicurando inoltre che già dalle prossime settimane verrà convocato al Masaf il tavolo tecnico di filiera”. Lo afferma il presidente della Copagri Tommaso Battista, esprimendo soddisfazione per il via libera definitivo del Senato, arrivato senza nessun voto contrario, al Ddl che delega al Governo l’approvazione di uno o più decreti legislativi in materia di florovivaismo.

“Costituire un quadro normativo organico in materia di coltivazione, promozione, commercializzazione, valorizzazione e incremento della qualità e dell’utilizzo dei prodotti del settore florovivaistico e della filiera florovivaistica, infatti, come si propone la legge approvata e come bisognerà poi declinare all’interno dei provvedimento legislativi conseguenti, è una condizione fondamentale per assicurare la tenuta e lo sviluppo di un comparto di grande rilevanza per il Primario del Paese, che ha saputo reggere egregiamente l’urto della pandemia e le difficoltà legate ai noti incrementi delle tariffe energetiche”, aggiunge Battista.

“Parliamo di una filiera che rappresenta oltre il 6% della produzione agricola nazionale, con una superficie coltivata superiore ai 30mila ettari, nella quale insistono oltre 25mila aziende e vengono impiegati circa 100mila lavoratori, per un giro d’affari che supera i 3 miliardi di euro”, fa notare il presidente, evidenziando che “grazie a tali numeri il nostro Paese rappresenta ben il 15% della produzione comunitaria”.

“Proprio per tali ragioni, è fondamentale accelerare sul confronto finalizzato all’approvazione di uno o più decreti legislativi in materia, così da mettere in campo una strategia di sostegno a favore della valorizzazione del verde e del florovivaismo, instaurando e rendendo strutturale una sinergia tra i diversi dicasteri interessati, ovvero Ambiente, Salute, Imprese e ovviamente Agricoltura”.