inComunicati Copagri il2 Giugno 2022

Ciliegie, al via a giugno la campagna di promozione di Ortofrutta Italia

Torna anche quest’anno l’iniziativa di promozione e comunicazione collettiva promossa dell’OI con il patrocinio del Mipaaf

Roma, 1 giugno 2022 – Torna anche quest’anno il progetto annuale di promozione e di comunicazione istituzionale di Ortofrutta Italia, l’iniziativa che sostiene il consumo delle ciliegie nazionali, caratterizzata dal comune richiamo di tutta la filiera e con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

L’iniziativa si articolerà in tutto il territorio nazionale, focalizzata nel mese di giugno, in alcune migliaia di punti di vendita di tutte le maggiori catene della distribuzione e nei negozi del dettaglio specializzato con la partecipazione degli operatori grossisti dei principali mercati agroalimentari. I punti vendita esporranno locandine e poster che con lo stesso layout richiameranno l’attenzione del consumatore alla stagionalità, all’origine esclusivamente nazionale e alla qualità, evidenziando soprattutto gli aspetti salutari di questo prodotto: l’altissimo contenuto di vitamina A e C, il basso livello di calorie e le proprietà antinfiammatorie.

Ma le ciliegie italiane, oltre a fare bene sono soprattutto, buone. L’invito a farne addirittura una scorpacciata è il messaggio che meglio rappresenta la valenza edonistica di un frutto che fa da ponte fra la primavera e l’estate e che può essere cvonsumato anche come snack, perfettamente compatibile con i ritmi e le nuove abitudini alimentari della vita moderna.

“La promozione istituzionale ‘generica’ delle produzioni ortofrutticole è un’innovazione da far crescere ancora nel nostro Paese, con l’obiettivo di stimolare il consumo di frutta e verdura di stagione, soprattutto per l’utilità pubblica della comprovata ricaduta benefica sulla salute dei cittadini che questo comporta”, dichiara il presidente di Ortofrutta Italia Massimiliano Del Core.

“A maggior ragione in un momento in cui, come rivelano purtroppo anche recenti indagini di mercato, in troppi casi le persone rinunciano alla corretta razione quotidiana di frutta e verdura di stagione, tanto che solo un quarto degli adulti e un bambino su dieci raggiungono i livelli di raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità”, aggiunge il presidente.