inComunicati Copagri il13 Aprile 2022

Vinitaly, migliaia di wine lover e appassionati conquistati dalle eccellenze delle cantine Copagri

Verrascina, grande riscontro di pubblico e di buyer nello spazio espositivo della Confederazione alla rassegna veronese

Verona, 13 aprile 2022 – Migliaia di wine lover e di semplici appassionati hanno affollato lo spazio espositivo della Copagri alla 54^ edizione del Salone internazionale dei vini e distillati Vinitaly, che è stato teatro di numerosissime iniziative, degustazioni e momenti di confronto con diversi rappresentanti delle istituzioni e del mondo agricolo, che hanno potuto toccare in mano la grande varietà di gusti, tradizioni e cultura dei territori vitivinicoli italiani, messa in mostra dalle cantine della Confederazione Produttori Agricoli.

Particolare interesse hanno suscitato i momenti convegnistici organizzati dalla Confederazione, tutti legati all’innovazione e alla sostenibilità, durante i quali sono state fra l’altro approfondite le opportunità legate alle agroenergie e alle energie rinnovabili e le innumerevoli possibilità e applicazioni offerte dall’innovazione e dalla ricerca applicata all’agricoltura, fra cui la blockchain e la tracciabilità dei vini. Di grande rilevanza anche i confronti istituzionali, dei quali negli ultimi due giorni della fiera sono stati protagonisti il Primo Vicepresidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Paolo De Castro, il sottosegretario alle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e gli assessori all’agricoltura del Piemonte Marco Protopapa e della Campania Nicola Caputo. Tutte le foto degli incontri, delle degustazioni e delle iniziative della Copagri sono su https://bit.ly/3M1b7Eb.

“Siamo molto soddisfatti del grande riscontro fatto registrare dal nostro spazio in termini di pubblico e da parte dei buyer, che hanno avuto la possibilità di toccare con mano la straordinaria qualità delle cantine del Belpaese, presentata dalla viva voce dei produttori agricoli; sono stati loro, infatti, i veri protagonisti delle iniziative e delle degustazioni svoltesi durante la quattro giorni veronese”, sottolinea il presidente della Copagri Franco Verrascina.

“Siamo e restiamo convinti che il futuro dell’agricoltura non possa prescindere dalla sostenibilità, facendo però in modo che tale fondamentale aspetto venga declinato nelle tre anime che lo compongono, ovvero ambientale, economica e sociale, che devono necessariamente andare di pari passo per assicurare lo sviluppo del primario”, conclude Verrascina.

I vini in vetrina sono stati offerti da: Cantina Le macchie di Rieti, Azienda Agricola Maglio di Barletta, Azienda Agricola Armonja di Bari, Cantina Villa Pigna di Offida (AP), Cantina Famiglia Demelas di Atzara (NU), Azienda Agricola Biologica Sant’Andrè di San Giovanni Suergiu (SU), Società Agricola De Gregorio di Sciacca (AG), Cantina Martinelli di Verona, Cantina Corte Zardini di Pezza (VR), Cantina Dagradi di Cigognola (PV), Cantina Cavaliere del Garda di Desenza del Garda (BS) e Cantina Castello Ducale di Castel Campagnano (CE).