inComunicati regionali il18 Gennaio 2022

Calabria: la Copagri a confronto con l’assessore all’agricoltura Gianluca Gallo e il DG del dipartimento agricoltura Giacomo Giovinazzo

Macrì, prosegue il nostro percorso per dare voce agli agricoltori e allevatori calabresi e costruire l’agricoltura del presente e del futuro

Catanzaro, 28 gennaio 2022 – Una delegazione della Copagri Calabria, guidata dal Presidente regionale Franesco Macrí, è stata ricevuta dall’assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo e dal direttore generale del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria Giacomo Giovinazzo.

“Ringraziamo l’assessore Gallo e la Struttura per l’attenzione che riserva in modo continuo e costante alla nostra organizzazione, seconda in Calabria per numero di agricoltori e allevatori soci. Abbiamo affrontato imminenti problemi operativi e tecnici, ma anche avviato un confronto sulla visione della politica agricola regionale che pone al centro sfide importanti per il rilancio delle principali filiere”, ha spiegato Macrì.

Durante il proficuo e intenso incontro, il Presidente Macrì ha manifestato la preoccupazione sulla situazione generale del settore agricolo regionale, che vede rincari diffusi delle materie prime e dei beni lungo le filiere, che compromettono anche la fattibilità dei progetti già approvati. A questi fattori si aggiungono la difficile congiuntura economica legata alla forte crisi pandemica, che rallenta tutti i processi e anche quelli burocratici, e la nuova riforma della PAC, che rivoluzionerà il settore agricolo, destinandogli inoltre risorse inferiori rispetto agli anni precedenti. Per tale motivo, ad avviso della Copagri Calabria, diventa fondamentale la capacità del dipartimento di effettuare i pagamenti, diretti e indiretti, con velocità, così da dare respiro ad agricoltori e allevatori.

In particolare, la Copagri Calabria ha fatto presente che molti giovani attendono risposte riguardo al bando del 2018, cui il dipartimento ha garantito che sarà data risposta nel prossimo mese. Durante l’incontro sono state poi affrontate anche le tematiche legate all’Organismo pagatore Arcea, chiedendo di poter nei prossimi giorni fare un focus specifico affinché l’organismo pagatore regionale sia sempre più attento alle problematiche degli agricoltori e dei CAA, i quali sono strumenti operativi fondamentali sul territorio per le organizzazioni e le aziende agricole e di allevamento.

“Una politica agricola regionale efficiente, sostenibile e innovativa deve porre attenzione sulle filiere tradizionali, per rilanciarle, e su nuove filiere che affrontino le sfide del cambiamento climatico e del mercato”, ha evidenziato Macrì, chiedendo fra l’altro la costituzione di tavoli tematici sulla filiera olivicola e su quella zootecnica, temi sui quali Gallo si è impegnato a procedere a stretto giro.

“Crediamo fortemente che le filiere tradizionali e prevalenti del settore primario, quali quella olivicola e quella zootecnica, si possano rilanciare e rinnovare. Per fare ciò, c’è bisogno di iniziare un percorso, costante e quotidiano, che coinvolga tutti gli attori interessati. Se esistono dei problemi, ne esiste la soluzione, ma a problemi atavici sappiamo che soltanto un lavoro di squadra, che pone al centro il bene comune, può dare risoluzioni efficienti e concrete”, ha aggiunto il presidente della Copagri Calabria, ribadendo la necessità di “mettere in moto percorsi virtuosi per rendere efficienti e al servizio del territorio e di agricoltori e allevatori le strutture para regionali di servizi quali i Consorzi di bonifica e l’ARA”.