inRassegna Stampa il16 Dicembre 2020

Adnkronos, “Alimenti: Copagri, bene veto Italia a Nutriscore, ma questione è solo rinviata” (16/12/20)

Roma, 16 dic. (Adnkronos) – “E` inaccettabile che mentre da un lato si continui a evidenziare l`importanza della dieta mediterranea, riconosciuta nel 2010 dall`Unesco quale bene protetto e in quanto tale inserito nella lista dei patrimoni dell`umanità, dall`altro si tenti di fatto di affossarne i prodotti simbolo, quali olio d`oliva, Grana Padano, Parmigiano Reggiano e prosciutto di Parma, ma anche alimenti di alta qualità come quelli a indicazione geografica, ricchi peraltro di importanti nutrienti, che corrono il serio rischio di venire `bollati` come pericolosi per la salute a causa del loro contenuto di grassi, sale e zuccheri e in relazione a un sistema di calcolo fuorviante che non tiene conto di numerosi parametri“. Lo sottolinea il presidente della Copagri Franco Verrascina a proposito dei lavori del Consiglio dei ministri dell`Agricoltura dell`Ue che si conclude oggi a Bruxelles, in cui sono state approvate delle conclusioni non legislativamente vincolanti sull`etichettatura nutrizionale fronte pacco, la famigerata Nutriscore o “etichetta a semaforo“. Grazie all`intervento del Governo italiano e di altri Stati Membri, le conclusioni non sono state approvate all`unanimità ma solo dalla presidenza dell`Ue. “Chiediamo alla ministra della Politiche Agricole Teresa Bellanova di continuare a tenere alta l`attenzione, in quanto nonostante il veto del nostro Paese, che ha sensibilmente diminuito la portata delle conclusioni presentate dalla presidenza tedesca dell`Ue, l`approvazione del Nutriscore è stata solo rinviata“, fa notare Verrascina. (Sec-Arm/Adnkronos)ISSN 2465 – 12216-DIC-20 12:34 .NNNN