inComunicati Copagri il5 Maggio 2020

Coronavirus, il manifesto della Copagri per aiutare il Paese a ripartire

Emergenza Coronavirus: #L’AgricolturaNonSiFerma!

Anche in questo delicato periodo, i produttori agricoli continuano ad assicurare il regolare rifornimento di cibo per le tavole di tutti i consumatori. Per aiutare il Paese a ripartire, e sostenere concretamente l’agricoltura, serve un’alleanza tra produttori agricoli e cittadini.

Per questo, oggi più che mai chiediamo ai consumatori di:

  1. consumare prodotti agroalimentari italiani sostenendo in questo modo la nostra agricoltura;
  2. privilegiare gli acquisti direttamente dai produttori agricoli, che puntano con sempre maggiore decisione sull’eCommerce e sulla vendita diretta;
  3. prediligere gli acquisti di prodotto locale e di stagione, contribuendo così a salvaguardare l’ambiente e la biodiversità;
  4. informarsi sulla provenienza e sull’origine dei prodotti agroalimentari;
  5. verificare i prezzi di acquisto, diffidando di quelli particolarmente bassi, che spesso celano diverse provenienze, minore qualità o scarsa eticità.

Alle istituzioni, chiediamo invece di:

  1. garantire liquidità alle aziende, con mutui a tasso zero a durata ventennale o trentennale e contributi a fondo perduto e prevedendo la sospensione del registro nazionale debitori per le aziende agricole;
  2. intervenire sul costo del lavoro, attraverso la riduzione per l’anno 2020 della contribuzione previdenziale, per sostenere i maggiori costi dovuti alla messa in sicurezza della nostra manodopera agricola;
  3. semplificare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro in agricoltura, puntando su piattaforme informatiche pubbliche e trasparenti;
  4. portare avanti una rapida sburocratizzazione e semplificazione amministrativa, che porti a una maggiore trasparenza e a prezzi più bassi;
  5. vagliare la possibilità di coinvolgere gli agriturismi nella ripresa delle attività didattiche e di quelle ricreative.