inComunicati Copagri il20 Aprile 2018

VERRASCINA ALLA CERIMONIA INAUGURALE DEL 265° ANNO ACCADEMICO DEI GEORGOFILI

Firenze, 20 Apr. – “Si dice spesso che conoscere le proprie radici sia fondamentale per affrontare il presente e costruire il futuro e l’Accademia riesce a conservare un bagaglio immenso di informazioni storiche del settore e non solo. Il lavoro svolto dall’Accademia fa emergere un richiamo alla consapevolezza della vitale importanza dell’agricoltura”. Così il presidente della Copagri Franco Verrascina alla Cerimonia Inaugurale del 265° Anno Accademico dell’Accademia dei Georgofili.

“C’è sempre più consapevolezza che il cibo, l’acqua, l’umanità, in un mondo sovrappopolato siano legati in maniera indissolubile alle scelte razionali, ragionevoli e condivise che ogni Paese, popolo o uomo potrà e dovrà compiere. Possiamo dire che l’Accademia è riuscita a cogliere tutto ciò, svolgendo la funzione di antenna, captando e rimbalzando, il segnale del cambiamento”, ha affermato Verrascina.

“L’agricoltura quindi non è il passato ma è il futuro e necessita di ogni supporto possibile da parte di tutta la società”, ha concluso il presidente della Copagri, formulando i migliori auguri di buon lavoro all’Accademia.